Musei Vaticani: alla scoperta del perfetto connubio di arte, fede e storia

SHARE

Esiste un luogo a Roma che da oltre mezzo millennio raccoglie opere di valore inestimabile, testimoni della gloria dell’arte posta al servizio della bellezza e della fede. Sarcofagi dall’antico Egitto, statue greco-romane, dipinti rinascimentali e opere contemporanee riempiono le oltre millequattrocento stanze dei palazzi della Città del Vaticano, estendendosi per oltre 7 chilometri. Quello che stai per intraprendere è un viaggio alla scoperta di uno dei più grandi patrimoni artistici dell’umanità. Con i tuoi occhi potrai sperimentare il connubio tra arte e fede, ammirando come l’uomo, dal nulla, riesca a creare opere di sublime bellezza, alla ricerca della conoscenza e di Dio. Benvenuto nei Musei Vaticani

Il tuo viaggio comincia passando attraverso il Cortile Belvedere, progettato dal Bramante. Da qui, il museo delle antichità classiche ospita opere dei più grandi scultori greci e romani. Il tuo occhio si perde tra file di statue e busti di marmo traslucido, protagonisti di storie e leggende antiche. Sotto una loggia illuminata dal sole ammiri l’imponente blocco scultoreo del Laocoonte. I muscoli in tensione, la solenne drammaticità dei volti e la fluidità dei movimenti narrano della vendetta di Atena, che inviò due serpenti marini per uccidere Laocoonte e i suoi due figli, i quali tentarono di impedire al cavallo di Troia di entrare nella città. Con questa scultura, Papa Giulio II fondò i Musei Vaticani nel 1506, dando inizio a quello che sarebbe diventato un patrimonio artistico universale. Camminando per le antiche sale, soffermi il tuo sguardo sulla statua di Apollo del Belvedere, da sempre considerata il modello assoluto di perfezione estetica; o quella di Antinoo, uomo di bellezza inestimabile e amante dell’imperatore Adriano.

Passando attraverso il museo Egizio, che ospita statue più antiche di 3000 anni, sarcofagi riccamente decorati e mummie, percorri centinaia e centinaia di metri di sontuose stanze e gallerie, adornate da pregiati affreschi, stucchi d’oro, arazzi e marmi policromi. Giungi infine presso delle stanze riccamente decorate. Alzando lo sguardo verso il soffitto, rimani incantato. È un tripudio di affreschi, di colori, di giochi luminosi, di vividi ritratti eseguiti dal grande Raffaello. Sei trasportato indietro nel tempo, e puoi immaginare quelle mani esperte che dipingono, soffermandosi su ogni singolo particolare. Trattieni il respiro mentre ti fermi a contemplare la Scuola di Atene, dove Platone ed Aristotele, circondati da una moltitudine di matematici e filosofi, dialogano sulla natura del bene e della razionalità. In un’altra stanza, Raffaello rappresenta l’incoronazione di Carlo Magno nella notte di Natale dell’800 a San Pietro.

Scendi le scale, e attraversi le stanze dei Borgia, decorate con elementi di arte ispano-moresca. Qui sono ospitate opere d’arte moderna e contemporanea. Puoi soffermarti ad ammirare La Pietà di Van Gogh, o altre opere Matisse, Dalì, Kandinsky e De Chirico. Esse rappresentano una nuova concezione della fede; un incontro-scontro dell’arte contemporanea con la Chiesa.

Entrare nella Cappella Sistina significa sperimentare l’espressione suprema dell’arte. Questo è il luogo dove i cardinali, da secoli, si sono riuniti per eleggere i Papi. Posta al centro della città del Vaticano, la Cappella Sistina trasuda storia. Grande quanto l’antico tempio di Salomone, essa è riccamente decorata da affreschi che rappresentano le verità fondamentali della Chiesa Cattolica, come la creazione del mondo, l’apocalisse, l’Inferno e il Paradiso. Ti soffermi ad esplorare ogni singolo dettaglio, e ti senti sopraffatto dalla vorticosa bellezza di corpi che si muovono. Sulla parete di sfondo, il Giudizio Universale di Michelangelo prefigura l’ultimo istante prima della fine dei tempi. Vedi i corpi dei dannati che si contorcono dal dolore mentre sono trascinati in basso dai diavoli, o gli eletti che ascendono al cielo, circondando Gesù e la Madonna, che brillano di luce propria. Alzando lo sguardo, vedi Dio, eternamente fermo ma anche in movimento, pronto a toccare la mano dell’uomo, per instaurare un rapporto di amore reciproco.

Silenziosamente percorri le gallerie restanti del museo. Nella Pinacoteca, ammiri opere di Leonardo, Caravaggio e Giotto. Ma tutto sembra così diverso.

Visitare i Musei Vaticani significa compiere un viaggio sulla via della Bellezza. Un viaggio che cambia, che arricchisce. E all’uscita, ti riconoscerai una persona diversa.

Musei Vaticani

Viale Vaticano Roma 00165

+39 06 69884676

Get Directions
[gmw_results]

Our writers' favourites

X
- Enter Your Location -
- or -