Milano, moda, eleganza: le vie del Quadrilatero

SHARE


A Milano, moda vuol dire soprattutto Quadrilatero. Un piccolo regno all’interno della città, dove l’atmosfera si fa più rarefatta, il ritmo rallenta, lo sguardo si incanta sulle vetrine di boutique e gioiellerie. Le strade che ne segnano i confini sono via Manzoni, via Montenapoleone, via della Spiga, corso Venezia. È qui che tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta gli “stilisti” hanno aperto i loro negozi. Versace, Ferrè, Armani, Krizia, Valentino. Poi, Prada, Dolce e Gabbana, Alberta Ferretti. Da diverse parti d’Italia erano approdati a Milano. Moda era una parola che nel nostro paese era poco utilizzata, questi creatori l’hanno portata all’attenzione internazionale.

Il giro può iniziare all’angolo tra via Manzoni e Montenapoleone, dove splendono i costosissimi smartphone-gioiello di Vertu, creazioni uniche in platino, oro, diamanti e pietre preziose, realizzate a mano in Inghilterra. Poco più avanti, sulla sinistra, appare la boutique Valentino, ristrutturata qualche anno fa da David Chipperfield, che riproduce le atmosfere di un palazzo veneziano, con marmi, pelle e legni pregiati. Superato il negozio di Hogan, regolarmente preso d’assalto da orde di clienti italiani e internazionali, ecco il flagship store di Gucci, 1600 metri quadri di lusso dove specchi fumé, oro e vetro bronzato evocano gli arredi più sontuosi degli anni Venti, l’epoca in cui l’azienda è nata, a Firenze, come marchio di pelletteria.

Puoi percorrere tutta la strada, inebriato da quei piccoli capolavori di creatività che sono le vetrine, e arrivare fino al civico 2 per ammirare il flagship store di Giorgio Armani, appena ristrutturato seguendo le linee originali del palazzo ottocentesco che lo ospita. Milano, moda, sobrietà: questo il trinomio che ha reso famoso lo stilista piacentino. All’interno della boutique, tre piani (dedicati alle collezioni Donna, Uomo e al “su misura”) collegati tra loro da una scala ellittica in metallo con finiture in platino. Ancora qualche passo e arrivi da Bulgari, una delle gioiellerie più emblematiche, le cui creazioni si caratterizzano da sempre per l’accostamento di pietre preziose e semipreziose di colori diversi.

Percorrendo a ritroso via Montenapoleone, trovi sulla destra via Sant’Andrea. Qui puoi stupirti davanti ai tacchi a stiletto di Jimmy Choo o alle calzature di Casadei, concepite come veri e propri pezzi di design. Più avanti, sul lato opposto della strada, ha sede Banner, uno dei due grandi multimarca del Quadrilatero (l’altro è Giò Moretti, in via della Spiga), dove un personale altamente qualificato sarà lieto di indicarti i marchi e i pezzi più di tendenza.

Via della Spiga è pedonale, ma ha anche un’atmosfera più familiare: c’è una scuola, i palazzi sono abitati. Camminando verso Corso Venezia, ti imbatti nel regno di Dolce & Gabbana, che celebrano una donna a metà tra tradizione e modernità. Qui lo spettacolo è nelle loro opulente vetrine, vere e proprie scenografie teatrali con suggestioni e richiami alla Sicilia. La passeggiata finisce qui? No, c’è ancora molto da vedere, toccare e comprare. Il consiglio è di spingersi fino in Galleria Vittorio Emanuele, dove è possibile ammirare Prada Galleria, il faraonico negozio di 5mila metri quadri affacciati sull’Ottagono, e di procedere poi in via Brera, al numero 2, dove ad attenderti c’è una piccola curiosità: Cavalli e Nastri, una boutique storica di pezzi vintage in cui troverai abiti e accessori firmati dal 1940 ai giorni nostri.

Giorgio Armani

Via Montenapoleone Milano Lombardia 20121

02 76003234

Get Directions
[gmw_results]

Our writers' favourites

X
- Enter Your Location -
- or -