Milano romantica: luoghi suggestivi per innamorati e sognatori

SHARE


Esiste una Milano romantica? Eccome se esiste. Semplicemente, ama nascondersi e lasciarsi scoprire. La sua è una bellezza discreta, fatta di scorci luminosi e angoli segreti. Prendi la tua dolce metà per mano e avventuratevi insieme alla ricerca del posto perfetto in cui guardarvi negli occhi e sussurrarvi il vostro amore.

Passeggiando su Corso Venezia, fai una deviazione in Via dei Cappuccini e raggiungi il numero 3. Trovi un’alta cancellata nera, oltre la quale puoi scorgere uno splendido giardino dalla vegetazione rigogliosa e, in lontananza, le mura di Villa Invernizzi. Si tratta della vecchia dimora dei proprietari del noto marchio alimentare, ora trasformata in sede della Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi. Certo, la villa in stile neoclassico è molto romantica, ma non è tutto. Se sosti per un po’ davanti al cancello potresti assistere a uno spettacolo fiabesco, scorgendo l’incantevole colonia di fenicotteri che abitano nel parco assieme ad anatre e pavoni. Non riuscirai a smettere di osservare quegli animali eleganti e slanciati se non per incontrare lo sguardo del tuo partner, sorpreso quanto te.

Spostandoti nella zona di Brera, non puoi non visitare la splendida Pinacoteca. Accedi nel cortile interno dell’edificio e ammiri l’elegante porticato. Sali al piano superiore e cominci la tua passeggiata nell’arte, procedendo cronologicamente dalla pittura gotica lombarda alle opere del XXI secolo. Un quadro in particolar modo attrae la tua attenzione, uno dei più romantici che siano mai stati dipinti: “Il bacio” di Francesco Hayez. L’opera, realizzata nel 1859, mostra l’abbraccio passionale di un uomo e di una donna in abiti medievali. L’intensità del tratto e dei colori ti travolge fino farti sentire parte di quell’intimo gesto d’amore.

Sei nel Palazzo di Brera, perché non ne approfitti per visitare anche l’Orto botanico? Voluto da Maria Teresa d’Austria assieme all’osservatorio astronomico, l’orto ti permette di conoscere più di trecento specie di piante diverse, passeggiando per i suoi 5000 metri quadrati di verde. Sin dal primo istante, perdendoti fra iris e peonie, hai l’impressione che la vita di ogni giorno sia scivolata lontano, per lasciare spazio solo alla Milano romantica di quel giardino silenzioso e fuori dal mondo che è il luogo ideale per un appuntamento da non dimenticare.

All’ora del tramonto – che, si sa, è la più romantica della giornata – raggiungi il Naviglio Grande e la sua Alzaia. Camminare lungo il corso d’acqua sullo sfondo rosato degli ultimi raggi del giorno è di per sé un’emozione unica, ma per renderla ancora più suggestiva, raggiungi il Vicolo dei Lavandai, un piccolo anfratto dell’Alzaia. Ecco comparire davanti a te un luogo d’altri tempi, un ruscello che scorre placido sotto un porticato di mattoncini rossi, con ancora intatta una centrifuga dei primi del Novecento. Era lì che si recavano i lavandai, un tempo solo uomini, a pulire i panni con spazzole e sapone. Ti fermi a contemplare quello scorcio così caratteristico e poi scegli di assaporare un po’ della tipica cucina milanese nel ristorantino all’angolo, il rinomato El Brellin, dall’atmosfera intima e sognante. Sarà come tornare indietro di un secolo.

Un’altra opzione suggestiva per godersi una cenetta romantica e tutta milanese è prenotare due posti nel Tram Ristorante ATMosfera. In piazza Castello trovi ad aspettarti due tram storici restaurati e appositamente trasformati in ristorantini viaggianti, che ti permettono di gustare piatti tipici meneghini osservando fuori dal finestrino i principali monumenti della città. Prendi posto sulle panche di legno e scegli fra un menù di carne, di pesce e uno vegetariano. Pronto a partire per un viaggio all’insegna del sapore e della storia? Solo Milano sa regalarti tante emozioni.

  • Pinacoteca di Brera

    Via brera, 28 Milano

    +39 02 7226 3264

Our writers' favourites

X
- Enter Your Location -
- or -